Dall’1 gennaio 2020 entrerà in vigore la riforma della prescrizione. Cosa prevede? Dopo la sentenza di primo grado –anche di assoluzione– la prescrizione non ci sarà più. Il processo potrà durare in eterno. L’imputato, anche quando assolto in primo grado, sarà ostaggio della giustizia. La riforma prevede l’interruzione dei termini di prescrizione. Insomma, si va verso l’ergastolo processuale. Il testo è contenuto nella cosiddetta legge spazza-corrotti, di anima e impronta grillina. Contro tale riforma gli avvocati penalisti hanno protestato astenendosi dalle udienze. Ne parliamo con l’avvocato Luigi Alfano….