La Corte di Cassazione ha confermato la condanna per Rodolfo Fiesoli, il “Profeta” del Forteto che era stato condannato nell’ottobre del 2018 dai giudici della Corte d’appello di Firenze a 14 anni e 10 mesi per abusi sessuali, anche su minori, e maltrattamenti. Fiesoli si è costituito a Padova. Il commento, per la verità un pò contraddittorio, del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.