LA STORIA DI SONIA DI GIUSEPPE

“…voleva farmi prostituire,mi picchiava durante la gravidanza, non potevo vedere amiche, dovevo mangiare quello che voleva lui, sennò erano botte, mi minacciava di morte. ho imparato a sottostare. Per 26 lunghi anni. Poi mio figlio mi disse: mamma fai qualcosa sennò ci scappa il morto…L’ho denunciato tante volte, una mattina tentò di violentarmi nel 2013, mi salvò il carabiniere che decise di arrestarlo…La mia colpa è quella di aver dato retta alla mia unica amica, la paura. La colpa delle istituzioni è quella di non avermi ascoltato e di non aver dato il giusto peso alla mia situazione…”

Gli ultimi video


News


Migranti, dall’approccio “salviniano” a quello dell’accoglienza e della redistribuzione: più diritti per tutti?

570 migranti in 2 settimane, il sindacato di polizia Sap lancia l’allarme: “A Lampedusa sistema di sicurezza in tilt”. Il solo centro d’accoglienza di Lampedusa ad esempio rischia di collassare dopo essere passato, nel breve volgere di due ore, dall’ospitare due migranti all’ospitarne 224. Dall’approccio salviniano, “stop agli sbarchi”, si è passati al nuovo approccio…

La pianificazione successoria. Riflessioni sui passaggi generazionali delle ricchezze familiari

Tavola rotonda in materia di pianificazione successoria. L’ha organizzata, presso la Camera di Commercio, la Camera Civile di Firenze nell’ambito della seconda edizione di “Fenimprese incontra il territorio”, con il patrocinio del Comune di Firenze, della Regione Toscana e della Confederazione Italiana di Unione delle Professioni Intellettuali….

logo-ritagliato-mod-fff
logo-ritagliato-mod-fff