Cassazione: un anno per contestare le riparazione al meccanico

Se vi è capitato di portare l’auto dal meccanico e di scoprire che il lavoro non è stato fatto a regola d’arte o l’auto riporta dei difetti che prima non aveva, ricordatevi che per contestare il lavoro avete un arco di tempo determinato.
Lo ha stabilito la Cassazione che è intervenuta sul caso di un automobilista che aveva portato il suo meccanico in tribunale a due anni dalla revisione della sua auto lamentando un errata riparazione e portando in aula tanto di testimoni.
Con la sentenza la Cassazione ha ribadito che tutte le volte in cui portiamo un’auto in officina stabiliamo con il meccanico, un contratto d’opera. In tali casi, il codice civile stabilisce che, se la prestazione non è stata fatta a dovere e sorgono difformità o vizi dell’intervento eseguito, il proprietario dell’auto che voglia ottenere il risarcimento del danno deve, a pena di decadenza, denunciare tali difetti entro 8 giorni dalla loro scoperta. In ogni caso, egli dovrà fare causa al meccanico entro massimo 1 anno dalla consegna dell’auto. Diversamente “l’azione si prescrive”.

La Redazione

Lascia una risposta